• Cerca servizio/azienda
Giulia Ferrari

Giulia Ferrari

Guida turistica
Categorie: Guide

La mia passione per la storia inizia sin dalla mia infanzia, poi ho iniziato a viaggiare e quindi ad unire storia, cultura e turismo.
E’ stato facile quindi mettere insieme la mia passione e renderla il mio lavoro.
Mi sono abilitata come guida turistica per la provincia di Verbania nel 2010 e da allora lavoro in questo settore.
Esercito nella zona del lago Maggiore, lago d’Orta e Valli dell’Ossola.
Oltre ad accompagnare gruppi, sono disponibile anche per coppie e famiglie.
Come guida turistica vi posso consigliare, fare programmi personalizzati a seconda del tempo a disposizione che avete e stare sempre accanto al gruppo per ogni evenienza durante la giornata.

 

Contatta il Sitter

Indirizzo

VB, Verbania, Piemonte, Italy

Telefono

MOB: +393478445427

click to enable zoom
  • Conoscenza di più lingue
  • Possiede auto
  • Utilitaria
  • Prenotazione albergo e ristorante
  • Programmi personalizzati
  • English
  • Italian
I giardini di Villa Taranto, situati a Verbania, tra Intra e Pallanza, sono conosciuti in tutto il mondo per la loro bellezza e per la ricchezza di specie floreali che ospitano. Risultato della laboriosa elaborazione intrapresa dal Capitano Mc Eacharn nel 1931, questi giardini dalle mille sfumature cromatiche e dai mille inebrianti profumi regalano da marzo a novembre meravigliose scenografie floreali ai visitatori.

Lo stile è fondamentalmente inglese, anche se non mancano ispirazioni italiane come statue, fontane, specchi d'acqua, terrazzi, cascate ovvero tutti quegli ornamenti che contribuiscono a donare un ulteriore alone magico a questo autentico Eden terrestre, una sorta di tempio sacro della natura.

Rappresenta uno dei giardini botanici più importanti del mondo con migliaia di specie di piante e fiori provenienti da ogni luogo ed armoniosamente distribuite sopra un'area di circa 16 ettari, attraversata da 7 km di viali.

FESTA DEL TULIPANO

A metà Aprile nei Giardini Botanici di Villa Taranto si svolgono la consueta e tradizionale “Festa dei Tulipani”, rassegna inaugurata per la prima volta dal Capitano Neil Mc Eacharn nel lontano 1956.

In questo periodo il parco si colora di oltre 80.000 bulbose, tutte peculiari e tutte in fiore, dove indubitabilmente svettano i tulipani.

All’interno del Giardino, in un serpeggiante percorso denominato “labirinto del tulipano”, sono piantumati oltre 20.000 bulbi appartenenti a 65 varietà diverse parte alta del giardino.

Inoltre in questa stagione, all’interno del parco, è possibile ammirare una generosa fioritura di Magnolie, Azalee,  Rododendri, Forsythie, Narcisi, Viole e … un cromatico tappeto blu con oltre 40.000 Muscari in fiore.
È un piccolo borgo collocato nella parte sud del lago d’Orta che ancora oggi sa trasmettere un irresistibile fascino antico. Le sue stradine strette, sulle quali si affacciano alti e severi edifici; la sua piazza con il “palazzotto”, testimonianza della sua storia unica; poi il piccolo giardino panoramico di Villa Bossi e la chiesa parrocchiale, dedicata dell’Assunta. Saranno questi i luoghi che ci accompagneranno durante la visita.

Dal parcheggio dei pullman si può raggiungere il centro di Orta con una passeggiata di un chilometro lungo il lago, oppure con il caratteristico trenino turistico.

Dopo la visita guidata della cittadina di Orta,  si può raggiungere l’Isola di San Giulio con il battello: unica isola del lago e unica anche per le sensazioni che sa far nascere. Sull’Isola si trova la basilica dedicata ai Santi Apostoli, sorta sul luogo dove San Giulio fondò la sua prima cappella.

Al suoi interno si trovano: un importante ciclo di affreschi dedicato ai Santi; un monumentale ambone del XI secolo in serpentino verde con particolari decorazione ispirate all’iconografia dei santi e la cripta che custodisce in silenzio le spoglie di San Giulio evangelizzatore della zona.

Per addentrarci nell’Isola si dovrà percorrere la via del Silenzio e la via della Meditazione, unica stradina che costeggia il grande complesso del monastero “Mater Ecclesiae” ancora oggi abitato dalle Suore Benedettine di Clausura.
Milioni di visitatori giungono ogni anno per visitare questi luoghi.
Come guida turistica potrò accompagnarvi tra i palazzi e giardini fiabeschi delle isole Bella e Madre, raccontandovi la storia di questi posti meravigliosi e illustrandovi le varie specie botaniche.

ISOLA BELLA

L'isola Bella è la più conosciuta della tre isole, il fastoso palazzo costruito per volere di Carlo III Borromeo fu concepito come un palazzo di rappresentanza della famiglia Borromeo.

La costruzione ebbe inizio nel 1630, l'origine del nome rappresenta un atto d'amore del conte Carlo: sposato con la nobile Isabella d'Adda dedicò a lei l'isola, denominandola Isabella. Solo più tardi, la denominazione si trasformò in Isola Bella.

Il palazzo è in perfetto stile barocco, così come i giardini, con la bellissima piramide tronca alta 37 metri.

La particolarità di quest'isola è che è stata progettata come un grande vascello sull'acqua.

ISOLA MADRE

L'isola Madre, la più grande delle tre, al centro del Golfo Borromeo, gode di un clima mite. Fu trasformata in un magnifico giardino all'inglese da Giberto V e il figlio Vitaliano IX e così il giardino da utilitaristico, divenne un giardino di delizia.

Vennero introdotte diverse specie botaniche, tra cui le famose camelie, che qua sul lago sono le vere regine. Nel giardino razzolano in libertà pavoni e fagiani, il giardino è considerato uno dei più bei giardini d'Italia.

Il Plazzo Borromeo conserva un'importante collezione di marionette.

ISOLA PESCATORI

Ed infine abbiamo l'isola Pescatori, villaggio medioevale, dove un tempo tutta l'economia era basata sulla pesca.  Graziosa è la chiesetta dedicata a San Vittore e le viuzze che si intersecano tra di loro.

Puntando il naso all'insù si possono notare i tipici ballatoi delle case di lago, con le reti dei pescatori ancora appese come un tempo.

Da non perdere vecchia scuola elementare e la Madonnina che protegge i pescatori.

Consiglio di incontrarci a Stresa per l'imbarco alla mattina verso le 9.00.

Insieme ci dirigeremo verso l'isola Bella o l'isola Madre, dove si possono fare i biglietti cumulativi per le due isole.

Visiteremo sia i Palazzi che i giardini, la pausa pranzo di solito viene fatta all'isola Pescatori dove si possono trovare diversi ristoranti.

Per gruppi di più di 30 persone consiglio il noleggio delle audio-riceventi, in modo che tutti sentano tutto!
  • I-GIARDINI-DI-VILLA-TARANTO.pdf
  • IL-BORGO-MEDIOEVALE-DI-ORTA-SAN-GIULIO.pdf
  • La-magia-dei-Stresa-e-delle-isole-Borromee.pdf

Prenota ora

Totale Prenotazione €0,00
Seleziona la data e l'ora di inizio del servizio se non specificato dal sitter nella descrizione
25%
Posizione Sitter
lago Maggiore, lago d’Orta, Valli dell’Ossola
Visita ai giardini botanici di Villa Taranto - 2 ore
€130,00
Il borgo medievale di orta San Giulio - mezza giornata
€160,00
La magia dei Stresa e delle isole Borromee - giornata intera
€240,00
0 stelle
0 Recensione
0.00% Tasso di completamento

0 attività completata

0
0
0
0
0
Nessun dato disponibile.

Trova ora le risposte alle tue domande

Effettua il login per inviare la tua domanda.