• Cerca servizio/azienda
Irina Terpugova

Irina Terpugova

Guida turistica
Categorie: Guide

Sono Irina Terpugova, guida turistica di madrelingua russa di Firenze e provincia. Parlo correttamente anche italiano e inglese e sono una guida turistica autorizzata con numero di licenza 128/2008. Sono nata a Tomsk, Russia, ma vivo in a Firenze da 1998.

Mi sono laureata in medicina nella mia città natale con specializzazione in biochimica ma mi sono sempre interessata all’arte. E dove studiare l’arte se non a Firenze, la città di Michelangelo, Leonardo da Vinci, Botticelli e altri famosi maestri? Qui a Firenze ho frequentato il corso di guida turistica di Firenze presso l’istituto APAB Toscana, ho superato gli esami finali, ed ho ricevuto la licenza per guida turistica. Dal maggio 2008 lavoro, quindi, come guida della città.

Organizzo percorsi sia di gruppo che individuali: classico giro città, nei musei Galleria degli Uffizi, Galleria Accademia, Palazzo Vecchio, Palazzo Pitti, il museo del Bargello, cappelle Medici etc. e nelle chiese.

Posso anche organizzare i percorsi individuali tenendo conto dei vostri interessi e desideri specifici.

Faccio prenotazione dei biglietti nei musei, per la Galleria degli Uffizi e per la Galleria dell’Accademia, nell’alta stagione in particolare per evitare le code e perdite di tempo.

Aiuto a organizzare shopping, comprare i biglietti di treni o autobus per le altre città italiane da Firenze oppure prenotare transfer privato.

Posso consigliare guide turistiche per altre città come Siena, Pisa, Lucca, Roma ecc.

Posso anche consigliare i ristoranti o trattorie dove poter apprezzare i piatti della vera cucina toscana preparati da buoni cuochi italiani che utilizzano ricette conservate dall’epoca del medioevo o del rinascimento, oppure dove gustare il gelato artigianale fiorentino o un buon dessert, enoteche dove si acquistare il vino pregiato toscano o l’olio extravergine di oliva.

Contatta il Sitter

Indirizzo

FI, Firenze, Toscana, Italy

Telefono

MOB: +393299657819

click to enable zoom
  • Conoscenza di più lingue
  • Disponibilità a trasferimenti da/per aeroporto/stazione/porto/hotel/….
  • Personal shopper
  • Prenotazione albergo e ristorante
  • Programmi personalizzati
  • Tour a misura di bambino
  • Italian
  • Russian
Il mosaico fiorentino è un tipo di mosaico classico. Questa arte antica è stata tramandata attraverso i secoli ed è arrivata fino ai giorni nostri senza subire cambiamenti significativi sia nella tecnica di realizzazione sia nell'uso dei materiali.



Il lavoro si basa sul creare una composizione pittorica attraverso piccoli pezzi di pietra, modellati e uniti insieme seguendo un disegno, in modo da ottenere l'espressione figurativa precedentemente studiata. La ricerca dei materiali si estende su tutto il territorio anche grazie alla profonda conoscenza delle pietre. Per i suoi mosaici l'artigiano seleziona ed usa pietre preziose e semipreziose come il lapislazzuli, la malachite, i diaspri, il calcedonio, etc... con le quali è possibile ottenere un "quadro di pietra" con tutte le sfumature ed i colori desiderati sfruttando sapientemente i colori naturali delle pietre. L’Opificio delle Pietre Dure risale direttamente ad una delle antiche manifatture artigianali e artistiche di epoca granducale a Firenze, istituito nel 1588 dal Granduca Ferdinando I de' Medici come manifattura di opere in pietre dure. Il Museo annesso all'Opificio delle Pietre Dure nacque come diretta filiazione della manifattura artistica alla fine del XIX secolo. Durante il percorso possiamo vedere diversi esempi fiorentini della tecnica del commesso lapideo: tavoli, panelli per i stipi di legno, statuette di grande e piccole dimensione, cofanetti, il bellissimo camino di malachite proveniente dall'ambasciata italiana di San Pietroburgo ecc. Al piano rialzato si trovano diversi strumenti di lavoro e più di 500 campioni di diversi tipi di pietra dura e tenera.

Il percorso dura circa 1 ora-1 ora 30 minuti, dopo si può comprare diverse opere di pietre dure nei negozi vicino.
Il percorso comincia dal Giardino di Boboli. Noi entriamo dalla Porta Romana o dalla entrata centrale di Palazzo Pitti e proseguiamo nell'interno del giardino fino all'entrata di Porta Romana da dove sono entrati gli eroi del libro e ammiriamo le prime statue mistiche del giardino.

Poi proseguiamo fino all'Isolotto- un laghetto artificiale con le statue di Oceano, Perseo e Andromeda. Dopo risaliamo un Viottolone fino alla "Fontana con forcone" (la fontana di Nettuno). Da lì si ammira un panorama magnifico di Palazzo Pitti. Dopo si scende giù fino alla Grotta di Buontalenti, ornata con stalattite e stalagmite artificiali e altre mistiche sculture. Qui trovate la piccola porticina grigia da dove gli eroi entrano nel corridoio Vasariano (oppure vi aiuto a trovarla io).

Il percorso del corridoio Vasariano è una gita separata, bisogna prenotarlo molto prima e solo per i gruppi da 10 a 25 persone. Prima di uscire dal giardino guardiamo la statua del nano Morgante sopra la tartaruga, poi andiamo nel centro storico di Firenze attraversando il Ponte Vecchio e vi faccio vedere da fuori il corridoio Vasariano. Avvicinandoci a Palazzo Vecchio vediamo da fuori la piccola porta che è il passaggio segreto di Gualtieri di Brienne, attraverso la quale gli eroi del libro sono scappati da suoi persecutori. Poi entriamo nel museo e cominciamo il percorso dentro dalla Sala del Cinquecento, troviamo insieme la scrittura di Vasari "cerca trova", ammiriamo il suo soffitto con immensi quadri, gli affreschi sulle pareti e le statue del XVI secolo, tra le quale c'è un originale di Michelangelo.

Vi faccio vedere anche la piccola finestrina dietro la quale si trova una cameretta segreta da dove si può vedere e sentire bene tutto ciò che succede nella sala sotto. Dopo di questo entriamo nello Studiolo - un'altra camera segreta dei Medici con la pittura bellissima e vi faccio vedere dove cominciano gli altri passaggi segreti del palazzo e vi racconto dove vanno.

Poi risaliamo su negli appartamenti privati dei duchi, vi faccio vedere come gli eroi sono risaliti al soffitto e dove sono discesi, dopo di che andiamo a vedere la maschera di Dante. Poi si prosegue nella sala dei Gigli, da dove si entra nella cancelleria di Niccolò Machiavelli e nella sala del Mappamondo. In questa sala troviamo la mappa dell'Armenia, dalla quale si può entrare in un altro passaggio segreto.

Durante il percorso vi faccio anche vedere la porta da dove si entra veramente dal corridoio Vasariano nel Palazzo Vecchio, vi racconto cosa c'è di vero nel libro di Dan Brown e cosa non è vero. Uscendo dal museo proseguiamo il percorso degli eroi e passiamo la strada fra la Badia Fiorentina e il museo del Bargello, andiamo per i vicoli stretti di Firenze fino al museo di Casa di Dante (se volete lo visitiamo), dopo entriamo nella chiesa di Santa Margherita dove voi potete lasciare un messaggio scritto a Beatrice Portinari, musa di Dante.

Proseguiamo verso il Duomo e visitiamo il Battistero di San Giovanni, dove prima ammiriamo la Porta del Paradiso e poi dentro il mosaico veneziano del XIII secolo. Le figure del Cristo e del Lucifero sono le più grandi. Si può entrare anche al Duomo - l'entrata è gratuita per tutti e qui il percorso si finisce.

Il percorso dura 3-4 ore, i biglietti d'entrata negli musei si paga da parte, sotto l'età di 18 anni è gratuito
La Galleria degli Uffizi è uno dei musei più famosi del mondo e visitato da turisti provenienti da tutti i paesi. A Firenze è il museo più visitato di tutti altri. L'edificio è stato costruito per riunire le 13 più importanti magistrature fiorentine, dette uffici. Per questo il nome del museo "Uffizi" deriva dalla parola antica "Uffici".

Durante il percorso vi racconterò la storia di come è stato convertito in museo nel XVIII secolo. Ora è il museo con la migliore collezione al mondo di opere della scuola toscana, e fiorentina in particolare, che permette di apprezzare lo sviluppo dal gotico al Rinascimento fino al manierismo.

Nei corridoi si può ammirare anche una delle collezione di statue antiche romane di I-II secolo d.c. Il percorso comincia dalla sala della pittura bizantina di fine del XIII secolo, poi guardiamo i capolavori di Giotto di Bondone e discepoli della sua scuola, la tavole di pittori senesi (Duccio di Buoninsegna, Simone Martini, fratelli Pietro e Ambroggio Lorenzetti). In seguito si passa nelle sale del primo rinascimento e guardiamo le opere di Sandro Botticelli ( i più famosi sono "La primavera" e "La nascita di Venere"), Filippo e Filippino Lippi, Pierto Perugino, Domenico Ghirlandaio e altri. L'apice del rinascimento è presentato dai capolavori di Leonardo da Vinci, Michelangelo e Rafaello Sanzio. A seguire ammiriamo le opere dei più famosi manieristi: Andrea del Sarto, Pontormo, Agnolo Bronzino, Rosso Fiorentino.

Nelle sale delle pitture veneziane ammiriamo le tele e tavole di Giorgione, Giovanni Bellini, Tiziano Vecellio, Tintoretto, Veronese, Sebastiano del Piombo. Ci sono anche opere di pittori stranieri: tedeschi-Albrecht Dürer, Lucas Cranach, fiamminghi-Rubens, Ugo van der Goose, Hans Memling.

Dei pittori lombardi si può vedere le opere di Gentile da Fabbriano, Caravaggio e caravaggisti. Vi faccio anche vedere la più bella sala del museo-Tribuna, dove il pavimento è rifinito di marmi multicolori e il soffitto è ornato di conchiglie che sono dei molluschi del mare. Dentro la Tribuna si trovano le statue greche che risalgono al I secolo a.c., la più famosa è la Venere Medici, rubata da Napoleone e restituita dopo la sconfitta a Waterloo. Il nucleo delle opere proviene dalla collezione dei Medici.

Il percorso dura circa 2 ore, nell'alta stagione è necessario la prenotazione dei biglietti che faccio io per evitare le ore di coda. Sotto l'età dei 18 anni l'ingresso è gratuito, si paga solo prenotazione.

Il percorso comincia dal Giardino di Boboli. Noi entriamo dalla Porta Romana o dalla entrata centrale di Palazzo Pitti e proseguiamo nell'interno del giardino fino all'entrata di Porta Romana da dove sono entrati gli eroi del libro e ammiriamo le prime statue mistiche del giardino.


Poi proseguiamo fino all'Isolotto- un laghetto artificiale con le statue di Oceano, Perseo e Andromeda. Dopo risaliamo un Viottolone fino alla "Fontana con forcone" (la fontana di Nettuno). Da lì si ammira un panorama magnifico di Palazzo Pitti. Dopo si scende giù fino alla Grotta di Buontalenti, ornata con stalattite e stalagmite artificiali e altre mistiche sculture. Qui trovate la piccola porticina grigia da dove gli eroi entrano nel corridoio Vasariano (oppure vi aiuto a trovarla io). Il percorso del corridoio Vasariano è una gita separata, bisogna prenotarlo molto prima e solo per i gruppi da 10 a 25 persone.


Prima di uscire dal giardino guardiamo la statua del nano Morgante sopra la tartaruga, poi andiamo nel centro storico di Firenze attraversando il Ponte Vecchio e vi faccio vedere da fuori il corridoio Vasariano. Avvicinandoci a Palazzo Vecchio vediamo da fuori la piccola porta che è il passaggio segreto di Gualtieri di Brienne, attraverso la quale gli eroi del libro sono scappati da suoi persecutori.


Poi entriamo nel museo e cominciamo il percorso dentro dalla Sala del Cinquecento, troviamo insieme la scrittura di Vasari "cerca trova", ammiriamo il suo soffitto con immensi quadri, gli affreschi sulle pareti e le statue del XVI secolo, tra le quale c'è un originale di Michelangelo.


Vi faccio vedere anche la piccola finestrina dietro la quale si trova una cameretta segreta da dove si può vedere e sentire bene tutto ciò che succede nella sala sotto. Dopo di questo entriamo nello Studiolo -un'altra camera segreta dei Medici con la pittura bellissima e vi faccio vedere dove cominciano gli altri passaggi segreti del palazzo e vi racconto dove vanno. Poi risaliamo su negli appartamenti privati dei duchi, vi faccio vedere come gli eroi sono risaliti al soffitto e dove sono discesi, dopo di che andiamo a vedere la maschera di Dante.


Poi si prosegue nella sala dei Gigli, da dove si entra nella cancelleria di Niccolò Machiavelli e nella sala del Mappamondo. In questa sala troviamo la mappa dell'Armenia, dalla quale si può entrare in un altro passaggio segreto. Durante il percorso vi faccio anche vedere la porta da dove si entra veramente dal corridoio Vasariano nel Palazzo Vecchio, vi racconto cosa c'è di vero nel libro di Dan Brown e cosa non è vero.


Uscendo dal museo proseguiamo il percorso degli eroi e passiamo la strada fra la Badia Fiorentina e il museo del Bargello, andiamo per i vicoli stretti di Firenze fino al museo di Casa di Dante (se volete lo visitiamo), dopo entriamo nella chiesa di Santa Margherita dove voi potete lasciare un messaggio scritto a Beatrice Portinari, musa di Dante. Proseguiamo verso il Duomo e visitiamo il Battistero di San Giovanni, dove prima ammiriamo la Porta del Paradiso e poi dentro il mosaico veneziano del XIII secolo.


Le figure del Cristo e del Lucifero sono le più grandi. Si può entrare anche al Duomo - l'entrata è gratuita

Palazzo Pitti è stata la reggia del granducato di Toscana, già abitata dai Medici, dai Lorena e dai Savoia. E' il più grande palazzo di Firenze, il suo nome deriva dal cognome del suo primo proprietario Luca Pitti che ha ordinato la costruzione nella metà del XV secolo. Nella metà di XIV secolo il palazzo viene acquistato da Eleonora di Toledo, la moglie di granduca Cosimo I dei Medici.


Al suo interno sono ospitati diversi musei di diversa natura: una galleria d'arte (la Galleria Palatina, con capolavori di Raffaello, Tiziano, ecc.) sistemata secondo il criterio della quadreria settecentesca, gli appartamenti monumentali, la Galleria d'arte moderna (con le opere dei macchiaioli) e altri musei specializzati: il Museo degli argenti, dedicato all'arte applicata, la Galleria del costume, il maggiore museo italiano dedicato alla moda, il Museo delle porcellane e il Museo delle carrozze.


Nella Galleria Palatina e appartamenti monumentali si può ammirare lo stucco bianco e dorato, gli affreschi sulle teme allegoriche e mitologiche del XVII e XIX secoli, i preziosi arazzi e le mura decorate di seta, i mobili originali di ebano e bronzo, decorate da avorio o di pietre dure. La superba collezione di dipinti è centrata sul periodo del tardo Rinascimento e il barocco, l'epoca d'oro del palazzo stesso, ed è il più importante esempio in Italia di quadreria, dove, a differenza di un allestimento museale moderno, i quadri non sono esposti con criteri sistematici, ma puramente decorativi, coprendo tutta la superficie della parete in schemi simmetrici, molto fedele all'allestimento originario voluto dal Granduca Pietro Leopoldo tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento.


Fra i capolavori spiccano le opere di Raffaello Sanzio, Perugino, Tiziano, Tintoretto, Veronese, Caravaggio, manieristi Andrea del Sarto, Pontormo, Rosso Fiorentino. Di pittura fiamminga ci sono le opere di Rubens e Van Dyck. Il Museo degli argenti viene chiamato anche Tesoro dei Medici, sebbene alcuni pezzi datino all'epoca successiva dei Lorena, e contiene una vasta collezione di pezzi inestimabili di oreficeria, argenteria, cammei, cristalli, opere in avorio e in pietre dure.


La più antica è la colazione di Lorenzo il Magnifico, la collezione dei vasi antichi (romani, sasanidi e veneziani), spesso con delicate incrostazioni argentee aggiunte nel XV secolo. Fra gli oggetti più curiosi c'è una bussola magnetica di avorio donata dallo zar Pietro il Grande a Cosimo III. I biglietti d'entrata sono 2: uno per visitare i musei: la Galleria Palatina, gli appartamenti monumentali, la Galleria d'arte moderna. Un altro per il Giardino di Boboli, il Museo degli argenti, il Museo delle porcellane e la Galleria del costume.


Il percorso dura da 2 ore e più, dipende da quanto volete visitare. Sotto l'età di 18 anni l'ingresso è gratuito.
Il Palazzo Vecchio è un museo non molto frequentato, ma molto interessante. Se siete già stati a Firenze e avete visitato la Galleria degli Uffizi e Palazzo Pitti, Palazzo Vecchio può essere molto interessante. Nel Palazzo Vecchio si svolge l'azione dell'ultimo libro di Dan Brown "Inferno" e l'azione del film di Riddli Scott "Hannibal". L'edificio è stato costruito alla fine del XIII secolo per i priori, dopo nella metà del XVI secolo nel palazzo si sono trasferiti il duca Cosimo I dei Medici e sua moglie la duchessa Eleonora di Toledo e il palazzo è diventato ducale. Durante il percorso vi racconterò la storia del palazzo e la storia della famiglia Medici, dei duchi Cosimo I e Eleonora di Toledo e del suo figlio Francesco Medici, il padre di Maria Medici, la seconda regina di Francia di questa dinastia.

Ammireremo gli incredibili affreschi di Giorgio Vasari e della sua scuola che ornano le pareti e i soffitti di Palazzo Vecchio con diversi simboli che andavano di moda a quell'epoca, vedremo i numerosi ritratti di molti famosi Medici. Nella sala di Cinquecento vi farò vedere dove si trova la mistica scrittura di Vasari "cerca trova" sull'affresco "La battaglia di Marciano", del quale significato ancora non si sa nulla di preciso. Nella stessa sala si trova un originale di Michelangelo "Il genio della Vittoria" e vi racconterò la storia interessante di questa statua, e ci sono anche altre sculture di XVI secolo dei maestri fiorentini.

Poi visiteremo lo Studiolo, una camera segreta, il laboratorio di alchimia dove Francesco dei Medici, appassionato di questa scienza, passava spesso il suo tempo libero. Dietro gli sportelli ornati da diversi pittori del XVI secolo, si trovano gli armadietti e i passaggi segreti. Dopo vi mostrerà gli appartamenti privati del duca e della duchessa, guarderemo un originale di Andrea Verrochio "Amore con delfino" e un originale di Donatello "Giuditta e Oloferne".

Visiteremo anche la cancelleria di Niccolò Machiavelli e la sala di Mappamondo, dove potrete ritrovare il vostro paese sulle mappe del XVI secolo, e il Mappamondo del XVI secolo che è il più grande d'Europa. Nel Palazzo Vecchio ci sono tanti passaggi e camere secrete visitabili solo su prenotazione con il gruppo in lingua italiana e inglese. Vi mostrerò,  dove cominciano e finiscono molti di quelli, anche il passaggio secreto di Gualtieri di Brienne, del quale si tratta nel libro di Dan Brown.

Il percorso dura circa 1-2 ore, sotto l'età di 18 anni l'entrata è gratuita.

Il percorso è a piedi, si può cominciare da dove volete voi, anche dal vostro hotel. Durante il percorso visitiamo la cattedrale di Santa Maria del Fiore, l'edificio più bello della città, coperto di marmo di 3 colori: bianco, rosa, e verde. 


L'entrata è gratuita. Si può ammirare l'affresco della cupola, capolavoro di Giorgio Vasari e allievi, il "Giudizio Universale" che ha una superficie di 3600 metri quadrati. Uscendo dal Duomo si prosegue con la visita, da fuori, del Battistero di San Giovanni, vediamo la famosa porta del Paradiso e anche la porta sud e la porta nord dell'edificio.


L'entrata nel Battistero è a pagamento. Visitiamo poi il quartiere dei Medici, famosa famiglia ricca fiorentina che ha governato Firenze per 3 secoli e ha lasciato tutto il suo patrimonio alla città. Vi faccio vedere da fuori il suo primo palazzo con il dettaglio architettonico di Michelangelo Buonarroti, poi si prosegue per la cappella Medicea dove dentro si trovano 7 sculture originali di Michelangelo, quattro delle quali sono figure allegoriche: il giorno, la notte, l'aurora e tramonto, dopo il suo Davide sono le più famose.


L'entrata nella cappella è a pagamento. Tornando a piazza Duomo vi faccio vedere dove si trova la galleria dell'Accademia con l'originale del Davide di Michelangelo e altre 5 sue sculture.


Poi si prosegue nel centro storico fino alla torre della Pagliazza, la più antica di Firenze del VI secolo d.c. e vi faccio vedere le case-torre che sono state abitazioni del XIII secolo. Dopo andiamo a visitare il quartiere di Dante Alighieri, poeta del XIII secolo, famoso per la sua "Divina commedia".


Visitiamo la chiesa di Santa Margherita dove è sepolta la musa di Dante Beatrice Portinari e dove si sono incontrati per la prima volta e inoltre vi faccio vedere il posto dove si trovava la casa di Dante, distrutta dopo che lui è stato bandito dalla sua città nativa per ragioni politiche.


Il percorso prosegue con la visita degli scavi della prima cinta muraria e vi faccio vedere da fuori il museo del Bargello, il più grande museo della scultura di Firenze. L'entrata nel museo è a pagamento.


oi andiamo a vedere la chiesa di Santa Croce dove si trovano le tombe di Michelangelo, Galileo Galilei, Niccolò Machiavelli, Gioacchino Rossini e capolavori di Giotto di Bondone, Donatello, Filippo Brunelleschi. L'entrata nella chiesa è a pagamento. Dopo questo si prosegue per via Borgo dei Greci fino alla piazza della Signoria, il museo sotto il cielo aperto dove si può ammirare le statue originali del XVI secolo di Ammanati, Giambologna, Baccio Bandinelli, Benvenuto Cellini, una copia del Davide di Michelangelo al posto dove prima era situato l'originale, il Palazzo Vecchio (prima era il palazzo dei priori, poi diventato la seconda residenza dei Medici) e la Galleria degli Uffizi, uno dei musei più famosi del mondo.


Poi si esce su lungarno per visitare Ponte Vecchio con le sue gioiellerie per cui viene chiamato anche il Ponte d'oro. Da lì si può vedere dove si trova il piazzale Michelangelo e la casa dove ha abitato la famiglia Demidoff, dell'ambasciatore russo di Firenze. Da Ponte Vecchio si prosegue verso il Mercato Nuovo con la statua di bronzo del Porcellino porta fortuna.


Il percorso finisce con la visita della chiesa Orsanmichele, interessante per la sua storia e affreschi del XIV secolo dentro, l'entrata è libera. Alla fine si esce alla piazza della Repubblica. Il percorso si può cambiare, dipende da dove cominciamo, quanto tempo voi volete che duri e dai vostri interessi.

Il palazzo del Bargello è stato costruito nella metà del XIII secolo e prima era la sede del Capitano del Popolo, dopo è stato trasformato in una prigione. Nella metà XVI secolo lì si è trasferito il capitano della polizia, chiamato "Bargello", e da ciò deriva il nome del museo.

Adesso il museo del Bargello è il più grande museo di sculture a Firenze con i capolavori di primo e tardo rinascimento e anche epoca medievale.  Nel cortile si trovano statue di epoche diverse: dal XIV al XIX secolo, molte provenienti da Palazzo Vecchio, dal Giardino di Boboli, da Villa Medici a Castello. Nella sala del XVI secolo di piano terra ci sono 4 statue originale di Michelangelo Buonaroti: il suo Bacco-scultura giovanile, il Tondo Pitti, il busto di Bruto-suo unico busto, Apollo-Davide. Si può anche ammirare le opere di Benvenuto Cellini: il busto di bronzo di Cosimo I dei Medici, il piedistallo per la statua di bronzo del Perseo (originale del Perseo si trova alla piazza della Signoria), Narciso di marmo, Ganimede di marmo ecc.

Ci sono anche i capolavori di Bartolomeo Ammanati, Giambologna, Baccio Bandinelli e altri maestri. Nella sala al primo piano vedremo molte opere di Donatello, uno dei padri del rinascimento, tra cui il Davide di bronzo, il primo nudo dopo l'epoca di antica Roma, il Davide di marmo, San Giorgio per la chiesa Orsanmichele, San Giovanni e altri. Ci sono anche i capolavori di Lorenzo Ghiberti, Filippo Brunelleschi, Andrea Verrochio, terracotte invetriate di Luca, Andrea e Giovanni della Robbia.

Nelle sale del primo e secondo piano si possono ammirare le opere di avorio, corallo, le collezioni delle medaglie, arazzi, bronzetti, ceramica ecc. Gli affreschi della cappella sono attribuiti alla bottega di Giotto di Bondone, sulla parete di fondo si trova il Paradiso, dove fra gli eletti è rappresentato anche Dante Alighieri con in mano la Divina Commedia, il ritratto più antico e probabilmente più vicino alla realtà del grande poeta.

Il percorso dura circa 2 ore, sotto l'età dei 18 anni l'ingresso è gratuito
Vieni a Firenze e ti guiderò attraverso la storia, l'arte, la cultura e gli angoli inediti della splendida città.

Dimmi le tue esigenze e creerò il tour perfetto per te!

 
Nessun documento disponibile

Prenota ora

Totale Prenotazione €0,00
Seleziona la data e l'ora di inizio del servizio se non specificato dal sitter nella descrizione
25%
Posizione Sitter
Firenze
OPIFICIO DELLE PIETRE DURE – 2 ORE
€100,00
PERCORSO "INFERNO" (IL LIBRO DI DAN BROWN) – 4 ORE
€200,00
GALLERIA DEGLI UFFIZI – 2 ORE
€100,00
GALLERIA DELL’ACCADEMIA E MICHELANGELO – 2 ORE
€100,00
PALAZZO PITTI – 2 ORE
€100,00
PALAZZO VECCHIO – 2 ORE
€100,00
GIRO CLASSICO – 3 ORE
€150,00
IL BARGELLO – 2 ORE
€100,00
TOUR PERSONALIZZATI - 6 ORE
€300,00
0 stelle
0 Recensione
0.00% Tasso di completamento

0 attività completata

0
0
0
0
0
Nessun dato disponibile.

Trova ora le risposte alle tue domande

Effettua il login per inviare la tua domanda.